AMM organizza il Workshop sulla “Composizione Estemporanea”|tenuto da Michele Bondesan|

AMM Associazione Musica Monteggiori Workshop Michele Bondesan WP

Siamo lieti di presentarvi il WORKSHOP organizzato in occasione del concerto che ci sarà a Monteggiori nella giornata del 1 Maggio per l’International Jazz Day, e che vedrà suonare alla fine i partecipanti sul PALCO AL BOSCO. Il Workshop sarà guidato dal bravissimo e giovanissimo contrabbassista Michele Bondesan che lo scorso anno portò proprio un workshop (PANGEA) sul nostro palco in occasione dell’AMM FEST 2018. Il workshop si svolgerà presso il Monteggiori Studio dalle 10 della mattina del 1 maggio fino alle 15 del giorno stesso con una breve pausa per mangiare qualcosa! Questo seminario non richiede conoscenza di teoria musicale ed è aperto a tutti gli strumenti ed anche alle arti come la danza! Quì sotto troverete la descrizione completa del workshop che si concluderà un paio d’ore dopo sul Palco al Bosco, proprio davanti allo studio per un concerto.

Costo iscrizione al workshop/concerto 30 euro a partecipante. Sul posto potrete portare un pranzo al sacco oppure troverete panini, vino e birra!

Ci sarà la possibilità anche di pernottare per chi vorrà con tende e camper.

Informazioni: Daniele Onori 333 9085393 danieleonori@monteggioristudio.it

 

WORKSHOP sulla COMPOSIZIONE ESTEMPORANEA

Decostruire il suono, abitare il silenzio: giornata di studio sull’improvvisazione

Partendo dal presupposto che l’improvvisazione è propria di ogni disciplina, stile ed evento musicale e che tale pratica è inscindibilmente connaturata al fare musica in quanto tale, il laboratorio, che si articolerà nel corso della giornata di mercoledì 1 maggio, consisterà in un percorso di studio e di ricerca volto all’esplorazione della composizione estemporanea, concepita come decostruzione di linguaggi e generi convenzionali, come costruzione di relazioni interpersonali veicolate dal materiale sonoro, come dialogica e reciproca semantizzazione del timbro e del silenzio.

A questo scopo il lavoro, rivolto a musicisti di ogni livello e provenienza stilistica, verrà affrontato sia individualmente, in modo da valorizzare le singole specificità ed impostare un rapporto particolare e modellato su ogni partecipante, sia in piccole formazioni che verranno chiamate ad indagare varie possibilità timbriche, alcune tecniche di interazione estemporanea e brevi brani o strutture non convenzionali.

 

MICHELE BONDESAN nasce il 10 novembre 1994.

Intraprende lo studio della batteria all’età di nove anni presso la Fondazione Siena Jazz sotto la guida di Alessio Riccio, proseguendone e approfondendone la pratica accademica e professionale per circa nove anni, frequentando i Corsi di Formazione Musicale della medesima fondazione, collaborando con svariati progetti e prendendo parte a laboratori e masterclass, quali l’ensemble di musica brasiliana “Labyrinto”, incontri mensili di ricerca sull’improvvisazione e live electronics con Tobia Bondesan e Cristiano Bocci sotto la docenza di Alessio Riccio, e i seminari estivi “Tuscia in Jazz” con Antonio Sanchez e Francisco Mela.

All’età di 14 anni si avvicina allo studio del contrabbasso, prendendo parte al progetto di propedeutica musicale per l’infanzia “Peter Pan Orchestra”, organizzato presso la Fondazione Siena Jazz, sotto la guida del M. Silvia Bolognesi, sia privatamente che nell’ambito dei corsi della stessa Accademia, presso i quali avrà modo di prendere parte alle classi di musica di insieme dei docenti Mirco Mariottini, Ettore Bonafè, Francesco Petreni, Alessandro Giachero, Klauss Lesmann, Giovanni Falzone, Marco Tamburini. Partecipa nel 2011 e nel 2014 ai Seminari Estivi di Siena Jazz, avendo cosi l’opportunità di perfezionarsi con musicisti quali Paolino Dalla Porta, Furio Di Castri, Anders Jeormin, Omer Avital, Matt Penmann, Achille Succi, Joel Frahm, Avishai Cohen, Michael Blake, Simone Graziano, Stefano Battaglia.

Negli stessi anni ha modo di entrare in contatto attraverso lezioni e masterclass con la musica totalmente improvvisata, la musica contemporanea e con la conduction, grazie a figure quali Silvia Bolognesi, Piero Bittolo Bon, Massimiliano Sorrentini, Stefano Battaglia.

Figura nel 2013 tra i musicisti che hanno fornito il materiale sonoro per la realizzazione del disco “Instruments” di Cristiano Bocci, matematico, musicista, improvvisatore e compositore di musica elettronica.

Per quanto concerne l’attività professionale in ambito jazzistico, Michele prende parte a numerosi progetti attivi sul territorio toscano e nazionale, quali l’Uroboro Open Collective, Fabbrica5 (con cui registra e pubblica l’omonimo album, edito da “a Simple Lunch Records”), Brotherhood Duo (con il fratello Tobia, con cui registra e pubblica nel 2019 l’album “Oak”), BlueRing Orchestra (con cui registra e pubblica l’album “Bluering – VOL. I nel 2018, edito da Rudi Records nel 2018), Tobia Bondesan – Basement.

Ha inoltre modo di entrare in contatto e suonare con numerosi ottimi musicisti, quali Tobia Bondesan, Giuseppe Sardina, Giulio Stracciati, Silvia Bolognesi, Claudio Riggio, Giancarlo Schiaffini, Francesco Orio, Leonardo Radicchi, Francesco Cusa, Davide Bussoleni, Piero Bronzi, Emanuele Parrini, Alessandro Giachero, Rino Adamo, Achille Succi, Giancarlo Tossani, Andrea Grillini, Gabriele Mitelli, esibendosi in vari club e festival: UnTubo (Siena), JazzClub Torrione (Ferrara), Circolo Arcipelago (Cremona), Cortona JazzNight, JazzIt Fest (Collescipoli), Festival Novametis (Modena), Umbria Jazz (con il progetto Fabbrica 5, in qualità di vincitori terzi classificati del concorso nazionale Conad Jazz Contest), Fara Jazz Festival ed altri.

Insieme al fratello Tobia fonda nel 2014 “Bluering – Improvisers”, collettivo autore di una serie di incontri mensili di improvvisazione radicale, seminari e concerti, che ottiene nel giro di alcuni anni di assidua attività una notevole affluenza di musicisti e di pubblico, e la “BlueRing Orchestra”, vasto ensemble orchestrale incentrato sulla pratica dell’improvvisazione libera e della conduction, con cui si esibisce regolarmente, fino alla registrazione del primo album nell’estate del 2016, edito da Rudi Records.

Nel 2015 prende parte ai Laboratori Permanenti di Ricerca Musicale di Stefano Battaglia.

A partire dal 2010 affianca all’attività jazzistica lo studio del contrabbasso classico presso l’Istituto di Alta Formazione “R. Franci” di Siena, sotto la guida del M. Andrea Granai, frequentando il corso per il conseguimento della laurea di primo livello in contrabbasso. Nell’ambito della musica classica ha l’opportunità di suonare in vari contesti, quali l’Orchestra Toscana dei Conservatori, il

Galimathias Strings Ensemble (con cui si esibisce presso l’Auditorium del Museo del Violino di Cremona ), l’Orchestra Regionale Toscana, l’Orchestra Senzaspine, l’Orchestra Giovanile Italiana.

Inizia nel 2017 l’attività didattica presso la Scuola Popolare di Musica Mapacanto di Cremona e con l’organizzazione di “Pangea: Improvised Chamber Music Workshop”, organizzato e tenuto in qualità di docente e rivolto principalmente agli strumentisti di provenienza classica e contemporanea.

Questa esperienza si pone inoltre in linea di continuità con l’esperienza di didattica e di laboratorio seminariale sull’improvvisazione, intrapresa con la prima edizione di ISAR (Impro Summer Artist Recidency) avvenuta nel 2017, workshop intensivo di alcuni giorni su improvvisazione, composizione estemporanea e musica contemporanea, tenuto in qualità di docente insieme al fratello Tobia, al batterista e percussionista Giuseppe Sardina, proseguito con una seconda ed estesa edizione tenutasi nel 2018, con l’aggiunta del chitarrista Claudio Riggio, ed una terza nel 2019.

Nel 2017 inizia il biennio sperimentale per il conseguimento della laurea di secondo livello in contrabbasso classico presso l’ISSM “Peri – Merulo” di Reggio Emilia, sotto la guida del M. Amerigo Bernardi e del M. Alberto Bocini.

Nel 2018 entra a far parte dell’Orchestra Senzaspine.
Nel 2018/19 prende parte nell’Orchestra Giovanile Italiana.

MICHELE BONDESAN
AMM ASSOCIAZIONE MUSICA MONTEGGIORI
MANZA NERA LABEL
BAM BIRRA ARTE MUSICA

#workshopmusicale #amm #associazionemusicamonteggiori #musicasperimentale #avantjazz  #impro #improvvisazione #improvvisazionemusicale #bambirrartemusica #jazz #monteggiori #monteggioristudio #manzanera #workshopmusicale #michelebondesan

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...